Totale 0,00 €
Mostra il Carrello

I dolci di Pasqua per regione

Quale momento migliore della Pasqua per portare in tavola tanti dolci colorati, allegri e gustosi?

Ogni regione ha le sue ricette  tipiche di dolci di Pasqua: partendo dalla Campania con la ricetta della pastiera napoletana ed il casatiello dolce, passando per l'Umbria dove troviamo la Ciaramicola e la Sicilia con la cassata siciliana...

 

  • CASATIELLO DOLCE: ricetta tipica di origini Campane è la versione dolce del Casatiello salato, quello con le uova ed i salumi. Il casatiello dolce è una sorta di panettone di Pasqua, preparato con ingredienti semplici, che grazie ad un'accurata lavorazione ed una lenta lievitazione, acquistano aromi e sapori tradizionali, genuini e molto graditi.

 

  • PASTIERA NAPOLETANA: una torta di pasta frolla farcita con un impasto a base di ricotta, frutta candita, zucchero, uova e grano bollito nel latte. La pasta è croccante mentre il ripieno è morbido.

 

  • CASSATA SICILIANA:  prodotto della pasticceria siciliana, più specificatamente di Palermo, merita il posto d'onore tra i dolci tipici di questa regione insieme a cannoli, paste di mandorla e pizzicotti. Un dolce a base di ricotta, pan di spagna, frutta candita e marzapane. In occasione della Pasqua, un antico proverbio siciliano recita: "Tintu è cu nun mancia a cassata a matina ri Pasqua" (Meschino chi non mangia cassata la mattina di Pasqua).

 

  • CIARAMICOLA:  tipico dolce pasquale della provincia di Perugia. Si tratta di una torta a forma di ciambella, di colore rosso con glassa bianca e confettini colorati di copertura. Questo dolce, nato come inno alla città di Perugia, rappresenta i cinque rioni di Porta Sole, Porta Sant'Angelo, Porta Susanna, Porta Eburnea e Porta San Pietro. I colori che compaiono nel dolce fanno riferimento ai rioni e allo stemma di Perugia.

 

Il periodo di Pasqua, anche se meno insidioso per la linea di quello di Natale, può comunque lasciarci con qualche chilo in più. D’altra parte sarebbe davvero triste rinunciare al piacere di una fetta di colomba o di un pezzo di cioccolato ma... bisogna fare attenzione a non esagerare! smile

 

Uovo o colomba?

Per quanto buonissima, la colomba pasquale è una vera bomba di grassi e zuccheri. Se proprio non volete rinunciarci, concedetevene una fetta a merenda o a colazione, piuttosto che a fine pasto: terrete sveglio il metabolismoricavando energia senza appesantirvi.

L'uovo di Pasqua, invece, ha molte calorie ma anche tutte le proprietà benefiche del cioccolato (che, ricordiamolo, è un antidepressivo naturale e contiene molti antiossidanti). Sceglietelo sempre fondente, meno calorico e più salutare di quello al latte.

 

 

 

 

ARTICOLI

SEGUICI SU

. .  . . . .

.

NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte e novità.

NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte e novità.