Totale 0,00 €
Mostra il Carrello

Come ormai bene sapete, struccarsi ogni giorno è fondamentale per la salute della pelle che ha bisogno di liberarsi dal make-up e da tutte le sostanze che si sono accumulate durante il corso della giornata.

A volte, per colpa della fretta oppure perché non si ha voglia di dedicare troppo tempo alla propria skincare prima di andare a dormire, si commettono alcuni errori di pulizia del viso.

Ve ne elenchiamo alcuni:

  1. Mani sporche: le mani veicolano batteri e possono favorire l’insorgere di brufoletti se passate sul viso non perfettamente pulite. Prima di qualunque cosa quindi, occorre lavare con cura le mani.
  2. Cedere alla stanchezza e non struccarsi prima di andare a letto. La notte è il momento in cui la pelle si rigenera: il trucco lasciato sul viso non fa altro che seccarla, causando anche perdita di luminosità e di tono. Con il passare del tempo, la pelle diventa sempre più secca, aumentando così la comparsa di rughe ed imperfezioni.
  3. Latte detergente e tonico si utilizza solo una volta al giorno? NO! Prima di iniziare a truccarsi è importante che la pelle sia pulita, senza i vari residui che si accumulano durante la notte. Il calcare contenuto nell’acqua del rubinetto può seccare la pelle, soprattutto quella sensibile: il latte e tonico 3 in 1  invece, la pulisce delicatamente in profondità.
  4. Struccarsi velocemente senza prestare attenzione a tutte le zone del viso. Bisogna invece dedicare le giuste attenzioni a tutte le zone, compreso il collo, una delle parti più sensibili che tende a mostrare prima i segni del tempo.
  5. Usare un prodotto sbagliato stressa ed irrita la pelle. Sapere se la vostra pelle è normale, secca, grassa o mista non è un’informazione da poco, serve per acquistare i prodotti adatti alla propria tipologia di pelle. 
  6. Aspettare troppo tempo per mettere la crema. Terminate le operazioni della pulizia del viso, va applicata la crema: attenzione a non aspettare troppo per stenderla sul viso. Il trattamento idratante va spalmato entro un minuto, prima che i pori si richiudano e la pelle cominci a disidratarsi.

La pulizia del viso è determinante per avere una pelle bella, sana e giovane. Spesso viene messa in secondo piano rispetto alla usuale beauty routine, ma avere degli accorgimenti per questa fase è fondamentale.

Mare, sole, salsedine e piscina possono aver messo a dura prova la nostra pelle...

Per ristabilirne morbidezza e luminosità, il segreto è tenere alto il livello di idratazione.

In che modo? Bere, bere, bere!

L’acqua infatti, è indispensabile per prolungare gli effetti benefici dell’abbronzatura e preparare al meglio la pelle per i primi freddi. 

La quantità d’acqua necessaria per preservare l’adeguato livello di idratazione dell’organismo corrisponde ad almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.

 

Passiamo ora agli altri step di beauty routine necessari per rigenerare la pelle dopo le vacanze: esfoliazione e detersione.

  • La prima cosa da fare al rientro dalle vacanze è eliminare le cellule morte ed affinare la grana della pelle con l’aiuto di prodotti specifici.

Potete affidarvi allo scrub ai sali termali che combina l'azione esfoliante dei Sali termali a quella emolliente e restitutiva degli oli di derivazione vegetale e dei poligliceridi di acidi grassi essenziali.

Aiuta ad eliminare delicatamente le cellule devitalizzate e le impurità; aiuta a migliorare la luminosità della pelle rendendola più ricettiva ai trattamenti successivi.

Per non ottenere un effetto opposto a quello desiderato, ricordatevi però di applicare lo scrub solo una volta a settimana. Non fatelo ogni giorno altrimenti rischiate di rimuovere insieme alle cellule morte anche quelle vitali.


  • Con lo scrub abbiamo la certezza di aver eliminato le cellule morte ma non pensate che sia finita qui.

A questo punto entrano in gioco i prodotti per la detersione, un’altra fase importante da seguire al rientro dalle vacanze e non solo. 

Per eliminare altre impurità, tossine e residui di trucco vi consigliamo il latte e tonico 3 in 1: un'emulsione leggera e non grassa che rimuove efficacemente il trucco e le impurità lasciando la pelle morbida e tonica. Contiene acqua termale del Castiglione e alga Spirulina.

Dopo aver rimosso il trucco, prima di andare a dormire, ricordatevi sempre di applicare sul viso almeno un prodotto per la detersione: è una di quelle sane abitudini che giova molto alla nostra pelle.

CONSIGLIO DI BELLEZZA 

Prediligete sempre, invece della classica crema giorno e notte, i sieri che agiscono più in profondità e sono alleati infallibili nella costante lotta contro la disidratazione. 

 

 

La nostra pelle è esposta quotidianamente a numerosi fattori che accelerano il processo di invecchiamento: stress, i raggi UV, polveri sottili, gas di scarico e fumi industriali.

 

In questo modo, la barriera cutanea si altera e le sue conseguenze sono molte:

  • Tono poco uniforme.
  • Pelle rugosa e flaccida. Con la mancanza di ossigeno perde di elasticità.
  • Appaiono più facilmente macchie.
  • La pelle si sporca ed i pori si ostruiscono.
  • Mancanza di luminosità.
  • Accelerazione del processo di invecchiamento cutaneo, causato dall’aumento di produzione dei radicali liberi.

 

Le azioni per contrastare l’effetto delle polveri sottili sono tre: detergere, correggere e proteggere.

  • DETERGERE: lavare il viso con l’acqua non è sufficiente perché non serve a rimuovere le particelle di inquinamento che si depositano durante la giornata.

L’ideale è usare il latte detergete mattina e sera, l’importante è che non sia troppo aggressivo per la pelle. 

 

  • CORREGGERE: attraverso gli antiossidanti, contenuti nei sieri e nei cibi, si può annullare l’azione dei radicali liberi, le molecole responsabili della degradazione del collagene e che attaccano le cellule sane (Integratore ti.nutre rinforza plus).

 

  • PROTEGGERE: il terzo step è usare sempre una protezione solare (anche bassa) perché i raggi UV penetrano nella pelle, accentuando i problemi di iperpigmentazione.

 

 

L’inquinamento atmosferico è uno dei nemici invisibili della pelle. Anche se non si usa il make up, ogni giorno la pelle è esposta ed è colpita dagli effetti nocivi dell’inquinamento atmosferico.

 È dunque raccomandabile detergere, purificare ed idratare la pelle con i prodotti più adeguati ad ogni tipo di pelle.

 

 

 

L'attività fisica anche d'estate fa bene: aiuta a mantenere il corpo in perfetta forma e prepara ad affrontare i rigori della stagione fredda.

Ma quando si pratica un'attività fisica sotto al sole cocente è necessario mettere in atto alcune misure precauzionali per evitare di incappare in colpi di caloresvenimentiscottature e disidratazione.

Ecco, dunque, i consigli da seguire per svolgere un workout estivo in tutta sicurezza: 

  • Non dimenticare la crema solare

Che il sole porti il buonumore, non c’è dubbio. Peccato che non riservi la stessa allegria alla pelle che va protetta con un buono strato di crema solare, da stendere con cura su viso e corpo prima di esporsi al sole.

  • Energia leggera in tavola

L’alimentazione deve essere semplice e di facile assimilazione per non affaticare i meccanismi digestivi e deve contenere tutti i nutrimenti essenziali, dai carboidrati alle proteine, dai grassi buoni alle vitamine.

  • Buona idratazione 

L’attività sportiva praticata nei mesi estivi comporta notevoli perdite di acqua e sali minerali attraverso la sudorazione. Ecco perché acqua e sali minerali devono essere costantemente reintegrati, bevendo piccole quantità d’acqua durante la sessione sportiva (ogni 15-20 minuti) ed assumendo almeno due litri di acqua al giorno.

Un regolare consumo di frutta fresca aiuta inoltre ad avere un costante rifornimento oltre che di acqua e sali minerali, anche di fruttosio e vitamine.

  • Un po' di liquirizia nel borsone 

Chi fa jogging, pedala, si allena a corpo libero, dovrebbe tenere sempre con sé un po' di liquirizia (bastoncini, rotelle, caramelle, pepite) che può essere utile nel caso in cui la pressione calasse e lo svenimento fosse dietro l'angolo.

  • Abbigliamento adatto

Durante il workout estivo bisogna indossare t-shirt, shorts, canottiere, calzature e bermuda traspiranti, in modo che il sudore e l'umidità non ristagnino tra cute e vestiti ma si crei un piccolo ricircolo dell'aria.

 

Gli sport estivi sono un’ottima occasione anche per i più sedentari, che devono riprendere un corretto stile di vita per mantenersi in salute.

 

SPORT ESTIVI AL MARE

Al mare, innanzitutto, si può praticare il nuoto, considerato lo sport completo per eccellenza, in quanto mette in movimento tutto il corpo, favorendo la tonicità muscolare. 

Per chi, invece, non può rinunciare al pallone nemmeno in spiaggia, vengono in soccorso due tra gli sport estivi più gettonati, ovvero beach soccer e beach volley.  Il lato positivo di praticare questi sport in spiaggia è che migliora la coordinazione e l’equilibrio del corpo. 

Un altro tra gli sport estivi che anche i più pigri possono praticare al mare, è l’acquagym; questa attività, a ritmo di musica, viene organizzata ad orari prestabiliti e condotta da un istruttore. 

 

 

Pagina 1 di 10

ARTICOLI

SEGUICI SU

. .  . . . .

.

NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte e novità.

NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte e novità.